Una soluzione “chiavi in mano” in grado di supportare le aziende e ottenere in tempi veloci e certi il credito d’imposta del piano Transizione 5.0.
Ciesse in collaborazione con Open Consulting e Tecnogroup ha avviato una partnership per garantire l’accessibilità al credito d’imposta Transizione 5.0 attraverso un iter processuale autonomo e veloce.

Il Piano di Transizione 5.0, approvato definitivamente all’interno del Decreto PNRR 4, prevede misure relative al nuovo credito d’imposta per le aziende. Si tratta di un passo significativo verso il supporto nel raggiungimento della competitività attraverso l’innovazione e l’efficienza energetica.
Il  provvedimento, mirato alle esigenze del settore imprenditoriale, offre un incentivo sotto forma di credito d’imposta, che può variare dal 30% fino al 63% della spesa sostenuta.

Un sostegno di tale entità riveste un’importanza notevole, specialmente per le piccole e medie imprese che costituiscono il tessuto vitale dell’economia.

Transizione 5.0 iter burocratico

La Transizione 5.0 richiede un approccio strategico e professionale, considerando la complessità tecnica e l’iter burocratico da affrontare per ottenere gli incentivi previsti. Rispetto al Piano 4.0 infatti la principale novità risiede nella procedura burocratica richiesta per accedere al credito d’imposta. Le imprese, per ottenere il beneficio, devono seguire una serie di passaggi che includono la comunicazione preventiva del progetto di investimento al GSE e il coinvolgimento di enti quali il ministero delle imprese e del made in Italy (Mimit) e l’Agenzia delle entrate.
Solo dopo questo iter, il GSE determinerà il credito d’imposta utilizzabile entro il 31 dicembre 2025. Inoltre, l’azienda deve dimostrare un risparmio energetico specifico, evidenziando un miglioramento della sostenibilità e dell’efficienza energetica.

Transizione 5.0, soluzione “chiavi in mano”

Data la complessità e la delicatezza dei processi coinvolti, affidarsi a tecnici esperti diventa fondamentale. Il modo più sicuro per poter accedere in maniera sicura ed efficace al credito d’imposta è affidarsi a professionisti in grado di gestire ogni aspetto della progettazione e dell’esecuzione attraverso una soluzione “chiavi in mano”. La certificazione da parte di un soggetto terzo abilitato, come richiesta dal GSE, rappresenta una garanzia aggiuntiva per gli imprenditori, proteggendoli da eventuali complicazioni.

Grazie a una stretta collaborazione tra professionisti del settore CIESSE, Open Consulting e Tecnogroup sono in grado di offrire tutti i servizi e ricoprire tutti gli step necessari per seguire il processo.
Questa nuova partnership offre un servizio completo e integrato per consentire alle aziende di affrontare la Transizione 5.0 con sicurezza e efficacia. Competenza ed esperienza consolidate consentono di gestire ogni aspetto della progettazione e dell’esecuzione del processo di transizione.

Dettagli dei benefici e delle spese ammissibili

Per le aziende che desiderano beneficiare del credito d’imposta, è importante comprendere quali investimenti sono agevolabili e quali spese sono finanziabili. A supportare le aziende in questo primo step è lo studio professionale Open Consulting con a capo il Dott. Roberto Emma in grado di individuare, beneficiari, spese finanziabili e agevolazioni.

Tra gli investimenti richiesti ci sono quelli  mirati all’efficienza energetica, all’adozione di tecnologie innovative e alla promozione della sostenibilità. Questi includono l’acquisto di beni strumentali materiali o immateriali 4.0, l’acquisto di beni per l’autoproduzione e l’autoconsumo da fonti rinnovabili, le spese per la formazione del personale e l’acquisto di software e piattaforme per il monitoraggio energetico.

In questa fase  fondamentale sarà il supporto di Tecnogroup è in grado di fornire materiali di ultima generazione e Ciesse in grado di:

  • Sviluppare e implementare soluzioni personalizzate in ogni settore produttivo, integrando tecnologie innovative e interconnesse al sistema aziendale di gestione della produzione;
  • Progettare, installare e gestire sistemi fotovoltaici avanzati ad alta efficienza;
  • Progettare e implementare sistemi di Storage energetico;
  • Creare Software e Piattaforme di Monitoraggio Energetico e di processo.

Gli investimenti devono conseguire una riduzione dei consumi energetici del 3% del fabbisogno aziendale o del 5% in un specifico processo per essere considerati ammissibili. Ciesse è un esperto sviluppatore e fornitore di software e piattaforme avanzate per il monitoraggio continuo dei consumi energetici e dell’energia autoprodotta e autoconsumata. Questo garantisce una gestione efficiente ed efficace, oltre alla chiara visualizzazione dei dati attraverso l’utilizzo di sensoristica IoT e Energy Dashboarding.

Il Piano di Transizione 5.0 offre un’opportunità preziosa per le aziende italiane di migliorare la propria competitività, abbracciando l’innovazione e l’efficienza energetica. Con il supporto di partner affidabili e esperti come Ciesse, Open Consulting e Tecnogroup, le imprese possono affrontare con successo questa sfida e ottenere i benefici previsti dal decreto.

 

    Potrebbe interessarti anche:

    • Sblocco del credito d’imposta per imprese delle ZES, gli step da seguire

    • Regole operative Agrivoltaico, tutto quello che c'è da sapere

      Regole operative Agrivoltaico, tutto quello che c’è da sapere