Regole operative Agrivoltaico, tutto quello che c'è da sapere

Il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica (MASE) ha approvato, tramite decreto dipartimentale, le Regole Operative relative al Decreto Agrivoltaico, in vigore dal 14 febbraio 2024.
Come già discusso ampiamente sul nostro sito e negli eventi “Coltiviamo l’Energia” organizzati da Ciesse, il decreto prevede disposizioni per l’incentivazione della realizzazione di sistemi agrivoltaici di natura sperimentale, in attuazione dell’articolo 14, comma 1, lettera c) del Decreto Legislativo n. 199 del 2021.

 Disciplina delle procedure

Le regole operative forniscono le informazioni necessarie per garantire il rispetto delle previsioni del DM Agrivoltaico ai fini del riconoscimento degli incentivi previsti, che comprendono:

 

  • Contributo in conto capitale: fino al 40% dei costi ammissibili, finanziato con risorse pari a 1.098.992.050,96 € attribuite all’investimento 1.1 Sistema agro-voltaico della Missione 2, Componente 2 del PNRR;
  • Tariffa incentivante: applicata alla produzione di energia elettrica netta immessa in rete.

Le regole operative appena pubblicate pongono diverse sfide tecniche e burocratiche. Innanzitutto vanno considerate le tempistiche. È stato infatti stabilito un unico periodo per la presentazione delle istanze di partecipazione ad Aste e Registri. Le domande potranno essere presentate a partire dal 4 giugno 2024 alle ore 12:00 fino al 2 settembre 2024 alle ore 12:00.

In questo breve intervallo gli interessati dovranno preparare e inviare la documentazione necessaria per partecipare ai bandi.
Durante il periodo di presentazione delle istanze, sarà quindi fondamentale il ruolo di ingegneri e tecnici progettisti per supportare il progetto. 
Gli esperti dovranno assicurarsi che tutti gli adempimenti burocratici siano rispettati. Sarà fondamentale richiedere tempestivamente la TICA (Testo Integrato Connessioni Attive), che stabilisce le modalità tecniche ed economiche per la connessione alla rete degli impianti di produzione di energia elettrica. Indispensabile anche la cantierabilità dell’intero progetto.

 Supporto tecnico e strategia per le imprese agricole

Per le imprese agricole la strategia migliore consiste nel procedere rapidamente, avvalendosi del supporto di esperti e tecnici per velocizzare i processi burocratici e garantire che i progetti siano presentati in tempo. Questa fase di preparazione è delicata per assicurare l’accesso agli incentivi e massimizzare le opportunità offerte dal DM Agrivoltaico. Ciesse da anni sviluppa progetti per le aziende, supportandole nella transizione energetica attraverso un percorso chiavi in mano.

Con le Regole Operative, il MASE intende promuovere lo sviluppo dell’agrivoltaico, integrando la produzione agricola con quella energetica in un’ottica di sostenibilità e innovazione tecnologica. Considerate le somme a disposizione, non si esclude la possibilità di una nuova tornata di finanziamenti.

Credit Photo by SolarEdge.

Potrebbe interessarti anche:

  • Transizione 5.0 sta per essere pubblicato il Decreto attuativo, scarica la bozza del documento

  • Sblocco del credito d’imposta per imprese delle ZES, gli step da seguire