LOADING...

202 metri quadri di pannelli solari per la traversata oceanica da record della Energy Observer

Energy Observer è il nome della prima nave alimentata a idrogeno a emissioni zero ad essere autosufficiente dal punto di vista energetico, sostenendo e fungendo da laboratorio per la transizione ecologica.

Di recente, Energy Observer è entrata nei fatti di cronaca per aver navigato l’Atlantico in soli 34 giorni senza utilizzare carburante fossile. Stiamo parlando di 5 mila miglia (poco più di 8 mila km) percorse senza inquinare l’ambiente.

La nave partita da Saint-Malo (Bretagna, Francia) ha percorso 5000 miglia alla velocità di circa 6 nodi, attraccando dopo 34 giorni al porto di Fort-de-France (Martinica, Francia) ai Caraibi.

Un risultato sbalorditivo che darà il via a nuovi progetti e sperimentazioni.

Caratteristiche della Energy Observer

La prima nave a impatto zero, che produce energia anche grazie a 202 metri quadri di pannelli solari prodotti dall’italianissima Solbian.

Inizialmente la barca disponeva di 165 metri quadri di pannelli fotovoltaici a cui sono stati aggiunti altri 36,8 metri quadri per un totale di 202 metri quadri.

Energy Observer è lunga 30 metri e larga 12,8 e viene utilizzata per lo studio su possibili nuovi modelli energetici da sostituire agli attuali.

La barca, come abbiamo detto in precedenza, è un vero e proprio laboratorio galleggiante. Il capitano Erussard ha dichiarato: “Possiamo e dobbiamo cambiare il nostro modello energetico. Massicci investimenti nella ripresa economica devono consentirci di costruire un nuovo mondo che non è più quello dei combustibili fossili“.

Ci auspichiamo che il tema dello sviluppo di energie alternative possa entrare presto nel cuore di tutti gli abitanti del mondo.
[Fonte immagine: https://www.energy-observer.org/]


DATE: Mar 17, 2022
AUTHOR: CSgroup
Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *